Le banche maltesi sono solide ed efficienti, la sanità è gratuita e di alto livello, il sistema scolastico è eccellente. Il risultato? Un’alta qualità della vita

Tra i vantaggi di vivere e lavorare a Malta non si può non considerare quelli riguardanti problematiche fondamentali come la sanità, l’educazione e tutto ciò che ha a che fare con banche, risparmio, finanziamenti e mutui.

Le banche a Malta: solide e efficienti

Il sistema bancario maltese, regolato dalla Financial Services Malta (MFSA), è molto solido, poiché è basato per lo più sui risparmi dei correntisti, molto meno sulla leva finanziaria. Questo ha fatto sì che anche nei recenti periodi di crisi in Europa e negli Stati Uniti, le banche maltesi hanno potuto continuare a concedere mutui con minori difficoltà rispetto alle corrispondenti istituzioni europee e statunitensi.

Le principali banche maltesi sono la BOV, Bank of Valletta, molto utilizzata sia dai Maltesi che dagli stranieri, e la APS Bank, più usata dai maltesi che dagli stranieri, anche per via del fatto che è di proprietà della Chiesa, oltre naturalmente ad una serie di banche straniere, anch’esse molto interessanti quali la HSBC, la BANIF, la Mediterranean Bank (molto usata per gli investimenti).

L’assistenza sanitaria a Malta: gratuita e di qualità

La sanità a Malta è di qualità, basti considerare che è stata classificata al quinto posto nel mondo, è completa ed è gratuita per tutti i residenti maltesi.
Per i turisti solo le prestazioni di emergenza sono gratuite, mentre i residenti che non pagano le tasse a Malta devono provvedere autonomamente e stipulare un’assicurazione sanitaria privata.

L’isola ha inoltre un sistema sanitario privato molto sviluppato, a costi comunque inferiori rispetto a quelli del sistema sanitario pubblico italiano.

Anche dal punto di vista della formazione universitaria, la facoltà di medicina è una delle più antiche in Europa, e l’ospedale Mater Dei, uno dei più grandi edifici medici europei, vanta numerosi riconoscimenti per l’eccellenza medica e di ricerca.

Studiare a Malta: ampia scelta e alto livello

Per i residenti l’istruzione è gratuita e obbligatoria tra i cinque e i 16 anni. La scuola è suddivisa in moduli ed è necessario arrivare fino al modulo 5, che si conclude con un esame per il Secondary Education Certificate (SEC), dopo il quale si può decidere di continuare con il modulo 6 e l’Università, oppure di entrare nel mondo lavorativo.

Dal punto di vista dell’offerta formativa, si può scegliere tra scuole pubbliche (grauite), private (molto costose), religiose (meno costose delle precedenti in quanto sovvenzionate dallo Stato) e internazionali (meno costose delle colleghe angloamericane ma di pari livello), e oltre alla formazione nelle discipline comuni in Italia, anche i corsi di apprendistato e professionalizzati sono di qualità.

Le lingue principali sono ovviamente l’inglese e il maltese.